eng   ita   greco
 
Musica Clazz
 
Il Genere Clazz è stato coniato appositamente per definire la musica del Dharma Duet. Con il termine “Clazz” si allude all’unione della musica classica ed il jazz, ma non solo, perché in realtà nei brani del duetto sono presenti il free jazz, la world music, la New Age, il Pop, le sonorità della musica greca, che richiama le origini del sassofonista.
Anche altri musicisti, il gruppo statunitense Razz e quello olandese Clazz Ensemble, avevano avuto la stessa idea, cosa che testimonia la necessità di inventare altri termini per definire nuovi esperimenti musicali.
Questo stile così particolare è nato dalle rispettive formazioni dei due musicisti: Alessandra Vinci, si è formata al conservatorio di Pisa e continua anche ad eseguire concerti di musica classica, mentre Ivo Papadopoulos ha una formazione jazzistica ed è amante anche del Free Jazz. Quindi fondamentalmente la musica del Dharma Duet si struttura come una commistione tra musica classica e jazz, ed è per questo che il termine “Clazz” sembra il più appropriato. Il genere Clazz del dharma Duet è particolarmente evocativo; ogni brano musicale è un quadro, un’immagine, una storia, una sensazione, che non può non toccare il cuore del pubblico.
Con il termine Clazz però, gli artisti intendo anche tutto ciò che vi è di veramente nuovo in campo musicale ed artistico. Clazz è anche un brand di tendenza che può trovare applicazioni oltre che nella musica anche nella moda e nella comunicazione.

Il Dharma Duet ha anche iniziato la sperimentazione di una nuova partitura musicale, l’Esagramma Musicale del Maestro Wu Dao Gong che mediante l’aggiunta di una semplice riga ha fatto sì che si eliminassero i tagli aggiuntivi sopra e sotto il rigo del pentagramma, così come ha unificato la lettura delle note di tutte le chiavi di lettura (si veda nella pagina CD Clazz la spiegazione più dettagliata di questa nuova partitura).

musical hexagram  - esagramma musicale

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il CD Clazz - La mjusica del Dharma Duet
 
  illustrazioni: alessandra vinci - copyright_2010 dharmaduet